• opera
  • porticato
  • opera2
  • cappella

Il fondatore

Don Bosco

L’inizio della storia della congregazione salesiana ha le sue radici in uno sperduto borgo contadino del nord dell’Italia chiamato i Becchi.

Volto di Don Bosco e luoghi natali

Possiamo dire che questa storia inizia, quando il piccolo Giovanni Bosco fece uno stranissimo sogno all’età di 9 anni. Possiamo anche datare le origini della nostra congregazione con il sorprendete incontro che Giovanni Bosco, già sacerdote, fece trovandosi faccia a faccia con un ragazzo di strada a Torino nella sacrestia di una chiesa l’8 dicembre del 1841. Ma anche quando Don Bosco, il 26 gennaio del 1854, diede per la prima volta il nome di "Salesiani" a una piccola banda di 17 giovani desiderosi di seguire le sue orme.

Volto di Don Bosco e casa natia

Don Bosco “non diede passo, non pronunciò parola, non mise mano ad impresa che non avesse di mira la salvezza della gioventù…Realmente non ebbe a cuore altro che le anime! (Don Rua, il primo successore di Don Bosco).

Ma il cenno di questi fatti storici riescono solo un poco a spiegare la nostra esistenza nel mondo come ‘famiglia’ di circa 402.500 membri a servizio dei giovani.

Con senso di umile gratitudine crediamo che la Società di San Francesco di Sales è nata non da solo progetto umano, ma per iniziativa di Dio(fonte: Cost. Art. 1)

Area riservata

Social